Impossibile disse il cuore… e infartò

Avete presente quegli status, su Facebook e altri circuiti, in cui si leggono frasi profonde che dovrebbero esprimere evoluzione interiore, forza, coraggio di fronte alle avversità, dichiarazioni di intenti ad essere migliore da questo momento in poi, impegno formale all’acquisto dei prodotti reclamizzati da Mastrota?

Robe del tipo “la strada per la felicità non è dritta, esistono curve chiamate equivoci, semafori chiamati amici, luci di precauzione chiamate famiglia…” e poi vabbé, cazzi. Continua con tutta una tiritera usando l’iperbole della segnaletica stradale e della strada stessa, che uno si aspetta che ti salti fuori pure la nigeriana che sta al bivio per Strambinello (To), che se le dai il passaggio ti fa 15 euro invece di 20. Insomma, tutta ‘na puttanata sulle doti interiori che dovresti metterci per vincere nella vita, amore, decisione, fede, coraggio, squirting.

Una cosa devo dirtela: se hai bisogno di condividere ‘ste cose “since 1998″ qualche domanda fattela.

Io stesso ho tra le amicizie persone a me molto care che mi annichiliscono l’astuccio delle palle, al secolo scroto, con ‘sti post. A queste persone voglio bene e vorrei davvero vederle un attimino affrancate dal monte di troiate che continuano a mettere sulla bacheca perché, parliamoci chiaro, tu quelle robe là non le stai mettendo perché le legga io, a me fanno cagare, a me piace lo humor nero, la dissacrazione, mi piacciono i pugni nello stomaco della dialettica sottile, le analisi degli avvenimenti private di ogni emotività.

No cazzo, quella merda la metti per te stesso, perché, Ganesha Elefante, ancora non sei riuscito una sola maledettissima volta ad applicarle nella tua vita. Parli di coraggio e non sai dire di no al tuo capo che ti chiede di depositare in conto vendita il tuo ano a suo uso e consumo. Non sai dire  di no a quell’amico che ti sfrutta da sempre, (ti ricordi quando ti chiese ti stare sulla porta dei cessi della birreria mentre lui si chiavava due gemelle giamaicane con gli occhi azzurri che entrarono negre e uscirono imbiancate meglio di una giapponese di altri tempi?). Non sai dire di no ad uno stramaledetto cazzo di niente, Visnù Caimano. Incollatela sull’armadio che hai in camera da letto come facevo io quando studiavo i kanji giapponesi e mi svegliavo vedendoli!

E allora non ti resta che incollare puttanate sulla bachechina, tanto per viverti bene in quei 93 secondi che passano tra l’aver scovato la frase adatta del momento, al condividerla. Frasi dimmerda la cui scelta di solito è veicolata dallo stato emotivo del momento.

Ma, mannaggia al decimo cerchio dell’inferno di dante, che è quello dei postatori di status dimmerda (digressione): praticamente ci sono questi che in vita mettevano solo frasi del cazzo, scritte da autori appositamente pagati dalle più importanti pagine Facebook, che stanno incatenati per l’eternità ad un pc con tastiera e mouse wireless. Tutto intorno pannelli a led luminosi di ultima generazione fanno scorrere frasi che, guarda, ti dico, di più belle non ce n’è. Oh, ma che peccato, proprio mentre son lì che stanno per scrivere la frase che più gli piace, le pile di tastiera e mouse si scaricano. Nel frattempo, un paio di satanassi, scrivono febbrilmente alcune di quelle frasi bellissime e merdosissime sulle proprie bacheche e scrivendo tali illuminati status ricevono like, apprezzamenti, commenti, proposte di fidanzamento e offerte di lavoro a tempo indeterminato, quindici mensilità, cellulare e auto aziendale, ticket restaurant da 9 euro e 80. Fottetevi.

Dicevo, ma provate veramente a fare uno di questi cambiamenti, che magari ‘sto cazzo di findanzato lo trovate per davvero e usate ‘ste dita allenate finalmente per lo sditalino/handjob del secolo.

Ma a me alla fine cazzo me ne frega? Io sarò il cambiamento che voglio vedere nel mondo.

(Vignetta fatta per la Woksvagen, poi me l’hanno rifiutata perché il tipo è appartenente ad una etnia scorretta, vabbé)

10379570_607720676007918_3074282548366785816_o

Annunci

7 pensieri su “Impossibile disse il cuore… e infartò

  1. E con questo post hai raggiunto l’adorazione incondizionata per 6 mesi. Mi sono emozionata.
    Siamo sicuri che esisti?
    Secondo me sei un bot che ho creato in un momento di alter ego per fottermi da sola e ora non me me ricordo più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...