I CINQUE TIPI DI COMMENTATORI DA SOCIAL NETWORK CHE VORREI EVITARE DI DIVENTARE.

Ammettiamolo, quell’invitante “scrivi un commento…” che sta lì in attesa di un nostro pensiero è una delle più grandi conquiste dell’umanità moderna. Un’opportunità che, solo un decennio fa, era relegata ai forum di discussione e a poche altre realtà settarie. L’idea di poter dialogare alla pari con un personaggio o un’istituzione non era nemmeno contemplata e ci si accontentava di realtà gestite da nostri pari. Oggi possiamo scrivere a Gianni Morandi, al TgCom e a Gasparri. Possiamo commentare una notizia o compartecipare alla gioia per la vittoria di una squadra di calcio, che non è quasi mai quella del Toro.

Risulta quasi impossibile esimerci dall’inserire un nostro pensiero, punto di vista, analisi ragionata, moto di indignazione, consiglio, pensiero filosofico, ragguaglio, approfondimento, battuta di spirito o auto promozione. C’è chi sceglie si sforza di essere originale, chi predilige la via della praticità e immediatezza, ma di fatto, tutti vogliamo cogliere l’opportunità di commentare, commentare, commentare. E, non nascondo, che molti commenti sono illuminanti perché apportano un punto di vista mai valutato o un elemento nuovo nell’analisi di una questione.

Esistono però alcuni tipi di commentatori che sono estremamente odiosi, fastidiosi e che non contribuiscono in alcun modo all’evoluzione dell’umanità. Per comprenderlo meglio, immaginiamo di aver appena terminato di leggere un articolo molto interessante che racconta di un infermiera che ci spiega quali siano i più grandi rimpianti delle persone in punto di morte, primo tra tutti il non avere avuto il coraggio di vivere appieno la vita e, a seguire, tutti gli altri. I commenti che seguono sono un perfetto esempio di come NON si deve commentare!

Nota: tutti i commenti sono reali e copiati così come sono stati scritti:

 

 

  1. L’UOMO VISSUTO CHE NE SA PIÙ DI TUTTI: “credetemi questi non sono pensieri di chi sta per morire.”

Bene, grazie, bravo. Ma tu che ne sai? Quali dati oggettivi hai in mano? Sei un infermiere anche tu? Un medico? O sei un sicario? Uno di quelli che si fa la chiacchierata con la vittima prima di ucciderla? Per quale motivo, se hai in mano un’informazione così importante, non la condividi ma ti limiti a contestare l’articolo? Perché mi costringi ad andare a letto questa sera e tutte le fottute sere di tutto il resto della mia vita senza rivelarmi ciò che sai? Perché???
Risposta: Perché con molta probabilità sei un imbecille che a malapena sa dove ha messo le stringhe di riserva dei suoi anfibi da grande macho della mia treqquarti.

 

 

  1. IL SAGGIO BATUFFOLOSO CHE DISPENSA STUCCHEVOLI CONSIGLI: “facciamo tesoro di questi pensieri:forse dobbiamo dedicare piu’ tempo a noi stessi e ai nostri affetti anziche’ ai valori materiali ,senza avere paura del futuro.”

Grazie orsetto Puffy, ma tu che ne sai di come impiego il tempo e di quale valore io assegni alle cose materiali e alle relazioni umane? Ho letto un articolo interessante, scritto con la collaborazione di una persona che vive sul campo, ogni giorno, il fenomeno della morte e dei rimpianti. Non ho bisogno che Teddy Bear mi venga a svelare cose ovvie con parole che sembrano il finale di un libro di Fabio Volo, tra l’altro in modo sgrammaticato e pieno di errori di ortografia.

3. LA PERSONA POSITIVA COME GLI ELETTRONI DENTRO L’ATOMO: “e`tardi per i rimpianti”

Yeah! Wiiiii! Esultanza e gioia a fiotti!

 

 

  1. IL GRAFOMANE CHE NON SI ACCONTENTA DI UN COMMENTO CHILOMETRICO MA NE FA DUE, SEPARATI:

Commento 1: “Essere felici é veramente uno status mentale, una scelta. Paradossalmente i tanti soldi é come non averne bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla”

Commento 2: “Non tutto é perduto , aldilà di ogni religione, penso che esista un aldilà e che la vita di un essere vivente non termina con la morte del corpo carrozzeria. bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla”

 

Ho finito lo spazio e la voglia di leggere.

 

 

  1. IL MISCREDENTE A TUTTI I COSTI: “non ci credo.”

Sì, esiste anche questa gente, che secondo me è la peggiore. Non importa quanti dati oggettivi tu possa portare, non importa quante argomentazioni a supporto, informazioni di contorno, contestualizzazioni, riferimenti, bibliografie e nottate di lavoro spese a stendere l’articolo. Lui non ci crede. Non ci crede.
Probabilmente però crederà alle scie chimiche e alla dieta fruttariana.

Shakespeare-Commenti

Annunci

2 thoughts on “I CINQUE TIPI DI COMMENTATORI DA SOCIAL NETWORK CHE VORREI EVITARE DI DIVENTARE.

  1. Adesso scrivere un commento qui mi mette ansia, e non ne vedo ancora altri… spero siano in attesa di moderazione. Ecco io non so se mi sta più sulle scatole l’uomo vissuto che ne sa più di tutti o il miscredente a tutti i costi. O forse sono due facce dello stesso soggetto, e così mi diventa ancora più insopportabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...